Back

Biennale Bregaglia – Nossa Dona & Lan Müraia

7.6. – 27.9.2020

Back

Infopoint: I Bregagliotti – I Bargaiot a Stampa

Infopoint Bargaiot

Un vecchio scantinato della Casa Stampa, accanto al Museo Ciäsa Granda, ospita un'esposizione di personaggi significativi della e per la Val Bregaglia. Sono raccontate biografie di persone ancora attive e di persone ormai defunte. I primi 7 filmati presentano artisti, architetti, amministratori, avvocati, agricoltori, artigiani, economi, politici, sportivi e alpinisti e con il trascorrere degli anni se ne aggiungereanno altri.

Sono storie di coloro che in valle hanno trovato il modo per andare avanti, chi creativamente altri imprenditorialmente. Sono storie di chi ha cercato la propria fortuna nel resto del mondo e di chi in valle è arrivato e ha costruito il proprio futuro.

Aperto giornalmente dalle ore 8.00 alle 20.00.
Informazioni
www.bergeller-bargaiot.ch

Back

Pretorio e torre rotonda a Vicosoprano

Sulle tracce delle streghe

Back

La Streccia – Soglio

Il legame con Soglio, unito all'interesse per gli edifici storici, ha spinto Ugo ed Elena Giacometti ad acquistare nel 2016 due vecchi immobili - appartenenti alla famiglia di Elena da diverse generazioni - e a prenderne in custodia un terzo, con l'intento di ripristinarli e renderli accessibili al pubblico. Lo scopo non è quello di fondare un vero e proprio museo ma di aprire di tanto in tanto le porte di casa loro, e così facendo dare l'opportunità alla gente di vedere con i propri occhi come si viveva a Soglio fino all'inizio del secolo scorso. Questi spazi suggestivi consentono di avvicinare l'indigeno e il turista al territorio e di comprenderne meglio l’identità.

Obiettivi
- manutenzione e conservazione degli edifici
- apertura al pubblico e visite guidate
- allestimenti, esposizioni e manifestazioni
- eventuale condivisione degli spazi
- valorizzazione e sviluppo sostenibile del villaggio


Apertura e accesso agli edifici
L’accesso agli edifici è possibile principalmente mediante delle visite guidate a pagamento o delle aperture
occasionali, segnalate con dei cartelli. La fucina è accessibile senza limitazioni nel caso di un’esposizione
temporanea. È consigliata la visita del locale espositivo soltanto nelle ore diurne.

Costo 10.-/adulti, 5.-/bambini (visita guidata), offerta libera (aperture occasionali)
Luogo
La Streccia - Gassa d'la Streccia 11 - 7610 Soglio
Informazioni Ugo & Elena Giacometti, Via Principale 10, 7603 Vicosoprano, +41 79 489 96 98
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.lastreccia.ch

Si richiede prudenza e riguardo all'interno degli edifici storici.
L'assicurazione è a carico dei visitatori, i proprietari declinano ogni responsabilità!

 

 

 

Back

Da ün Giacometti e l'altar

Dal 25 maggio 2018 al 30 settembre 2020

Una mostra dell’Espace des inventions di Losanna e del Centro Giacometti

Quando si dice Giacometti, il nome che viene subito in mente è quello di Alberto.  Se è vero che questo artista si è conquistato una fama internazionale, la famiglia Giacometti ha originato altri grandi artisti: prima di tutto Giovanni, il padre di Alberto, che fu nel suo tempo un riconosciuto pittore, poi Diego, fratello e fedele assistente di Alberto, con una produzione propria di mobili attualmente molto quotati. C’è anche Bruno, il fratello minore di Alberto e Diego, architetto e progettista di numerosi edifici in Svizzera e all’estero e finalmente Augusto, cugino di secondo grado di Giovanni, pittore dedicato al colore che ha realizzato importanti vetrate.

Questi cinque Giacometti: Giovanni, Augusto, Alberto, Diego e Bruno formano dunque una vera dinastia di personalità creative proventiente dal piccolo villaggio di Stampa in Bregaglia, una valle alpina nei Grigioni selvaggia e rocciosa, ai confini tra il sud latino e il nord germanico. Tutti e cinque hanno avuto la curiosità di partire alla scoperta di un mondo più vasto, ma tutti hanno anche mantenuto dei legami molto stretti con la loro valle d’origine.

La mostra propone dunque un’escursione in Bregaglia lungo i sentieri dei cinque artisti , alla scoperta delle loro opere più significative passando “da ün Giacometti e l’altar”, da un Giacometti all’altro, appunto. Vi troverete lungo il cammino una ventina di postazioni interattive e viaggerete attraverso un secolo di storia dell'arte giacomettiana.

Un’esposizione ideata specialmente per bambini dai 5 anni e ragazzi in occasione di escursioni scolastiche.

Visita solo su appuntamento Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / tel.  0041 81 834 01 40
Tariffe scolaresche pubbliche: 3 CHF / EUR per allievo (accompagnatori gratuito), altri gruppi (min. 8 pers.): 5 CHF / EUR a persona
Tariffa piena 7 CHF / EUR per persona
Ulteriori informazioni www.centrogiacometti.ch

 

 

Back

Arte Roticcio

Esposizione di quadri e sculture di Martin Ruch, altri artisti e di storia locale.

Luogo cantina della Villa Bregazzi  (Casa 207) a Roticcio
Apertura su richiesta
Informazioni Dora Lardelli, Tel. +41 79 371 35 94

Back

Vitale Ganzoni – Esposizione a Maloja

Vitale Ganzoni, nato nel 1915 a Promontogno in Bregaglia, insegnante di professione, ha dedicato quasi tutta la vita, oltre che alla scuola, anche all'arte, alla pittura, alla scultura e all'intaglio nel legno.

Apertura solo su richiesta, Ursina Negrini, Tel. +41 81 824 33 27
Luogo Casa al Larasc, Maloja
Informazioni www.vitale-ganzoni.ch, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Back

Chiesa Bianca a Maloja

Il Conte de Renesse fece costruire la chiesa nel 1882, secondo il progetto del famoso architetto belga Jules Rauh.

I lavori di costruzione vennero iniziati il 16 giugno 1882 e il 16 settembre dello stesso anno la chiesa era già stata completata.La Contessa de Renesse la regalò poi all’Hotel Kursaal. Di seguito fu ceduta alla comunità anglicana, per poi divenire, nel 1967, la chiesa cattolica di Maloja. Quando, successivamente, fu inaugurata la nuova chiesa di Maloja, dotata tra l’altro di un impianto di riscaldamento, la vecchia chiesa di San Gaudenz – così si chiamava ufficialmente – fu sconsacrata.

Adesso si chiama Chiesa Bianca. È stata restaurata grazie ad un’iniziativa privata e costituisce attualmente un luogo d’incontro che ospita rappresentazioni di vario genere: concerti, presentazioni di libri, feste e celebrazioni. Nella graziosa chiesetta si sono celebrati anche nozze e battesimi. Accanto alla chiesa viene installata in estate una scacchiera e ogni partita, giocata qui, in mezzo all’incantevole paesaggio, è uno splendido piacere.

La chiesa rimane chiusa durante l'inverno

Programma estivo 2019

Dal 4 luglio fino al 1 di agosto mostra "Dal Panorama al trittico - nuove rivelazioni"
3 agosto 2019 festa degli incontri e vernissage della mostra „Non si chiamano… “ Arte un processo con tutti i sensi
Alle ore 18.30 festa degli incontri dopo cena in compagnia
Ore 20 concerto con il coro del mera
Dal 4 agosto al 22 agosto esposizione „Non si chiamano… “Arte un processo con tutti i sensi di Fabienne Leykauf – pronipote di Giovanni Segantini
Nel dialogo artistico con la materia – l’artista dà vita ad opere, che portano ad un confronto intenso tra l’intuizione e la materialità. Al fine di scoprire in questo processo nuove prospettive di arte e di realtà, l’artista dà particolare rilievo alla varietà della natura. L’obiettivo è quello di giungere ad una pura percezione dei sensi. La mostra acquista così vitalità attraverso la combinazione di immagini, parole, suoni e profumi. Un singolare invito a fermarsi e riflettere.

Ore di apertura giornalmente dalle ore 11.00 alle ore 18.00, martedì e sabato dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Luogo
Chiesa Bianca

Informazioni www.segantini.com/chiesa-bianca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Back

Giacometti – l'atelier a Stampa

La piccola stalla nel nucleo di Stampa fu trasformata in Atelier dopo il 1906 diventando lo studio di Giovanni Giacometti. In questo locale i figli e la moglie di Giovanni hanno ricoperto molte volte il ruolo di modelli per il pittore. Dopo la morte di Giovanni, nel 1933, l'atelier ospitò l'ormai famosissimo figlio Alberto che durante l'estate visitava regolarmente la madre Annetta.
Ancora oggi si possono vedere nel locale tracce lasciate dai due artisti.

Visite accompagnate da giugno ad ottobre, rivolgersi al Museo Ciäsa Granda.
+41 (0)81 822 17 16, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Offerte esclusive, consigli e molto altro!

Utilizzando il portale accetti il nostro uso dei cookie e trattamento dei dati personali, per una migliore esperienza di navigazione.