Back

I Florio e Shakespeare

Alla scoperta del mistero delle opere shakesperiane.

FLORIO-SOGLIO

Il progetto vuole mettere in evidenza e valorizzare Michel Agnolo Florio ed il figlio John Florio.

Parliamo di due umanisti di grande rilievo, che hanno vissuto una parte importante della loro vita, dopo la metà del sedicesimo secolo, a Soglio, paesino grigione nella Svizzera italiana.
Michel Agnolo e John Florio giunsero a Soglio nel 1555.

Michel Agnolo Florio è toscano.
Da francescano passa alla Riforma. Braccato dall'Inquisizione scappa in Inghilterra. Apprezzato per la sua vasta cultura, ben presto ha l'incarico di insegnante di letteratura italiana e latina per i ragazzi della famiglia reale tra cui le principesse Elisabetta Tudor e Jane Grey. Con l'ascesa al trono di Maria la Sanguinaria, Michel Agnolo, con la moglie ed il figlio John è costretto a lasciare l'Inghilterra.

Florio non dimenticò la sua allieva Jane Grey, per la cui memoria scrisse La Historia de la vita e de la morte de l'Illustrissima Signora Giovanna Graia, pubblicato postumo nel 1607.

Nel continente accetta l'offerta d'incarico pastorale per la comunità di Soglio, passata alla Riforma nel 1552. Nel 1555 inizia il suo ministero pastorale.

A Soglio scrive l'Apologia in cui si difende dagli attacchi del francescano italiano Bernardino Spada.

Non sappiamo l'anno esatto della sua morte.

Esiste un atto notarile, si potrebbe supporre un testamento, del 1573.
Il pastore Jakob R. Troug, nel suo Die Pfarrer der evang. Gemeinden in Graubünden und seinen ehemailigen Untertainenlanden, edito nel 1935, indica Michel Agnolo Florio come pastore di Soglio dal 1555 al 1577 e cita il 1577 come data della sua partenza per l'Inghilterra.

La religione e la lingua italiana sono la vita di Michel Agnolo Florio.

John Florio nasce a Londra nel 1553.
Completa gli anni della sua istruzione elementare a Soglio. Pier Paolo Vergerio si impegna personalmente nella sua formazione, così che nel 1563 John si iscrive presso l'università di Tubinga, nel Württemberg.

Intorno al 1575 ritorna in Inghilterra.

Nell'anno 1598 pubblica il dizionario italiano-inglese intitolato A World of Words, che è - specialmente nel testo arricchito e ampliato della seconda edizione, uscita nel 1611 col titolo di Queen Anna's New World of Words - una raccolta pregevole per i tempi, ricchissima di materiale lessicale.

Quando nella primavera del 1603 Giacomo I e Anna di Danimarca salgono al trono, John riceve dalla regina l'incarico di lettore e insegnante d'italiano.

Alla sua morte lascia a William III conte di Pembroke il grosso della sua biblioteca e i manoscritti delle sue opere, fra le quali parecchie inedite.

Ci sono fondate evidenze che l'attore William Shakespeare e John Florio si conoscessero e si frequentassero, tanto che la collaborazione permise la produzione delle opere attribuite allo stesso Shakespeare.

Per ulteriori informazioni si consulti:

www.florio-soglio.ch

Iscriviti alla Newsletter

Offerte esclusive, consigli e molto altro!