Back

Situazione a Bondo e in Val Bondasca

Caro ospite, benvenuto in Bregaglia. Desideriamo darvi informazioni attuali sulla situazione attuale dopo la catastrofe naturale del 2017.

La frana al Pizzo Cengalo durante l'estate 2017 ha scosso la Val Bregaglia e tutta la Svizzera. La colata di fango, detriti e sassi dalle dimensioni di oltre 3 milioni di metri cubi è considerata la più grande degli ultimi 130 anni. Ancora oggi sono visibili le conseguenze nei paesi di Bondo, Promontogno e Spino.

I villaggi Bondo, Promontogno e Spino

I lavori di sgombero e rispristino nei villaggi situati allo sbocco della Val Bondasca sono stati svolti velocemente, gli edifici sono stati ristrutturati o demoliti e tutti i luoghi sono di nuovo accessibili e visitabili. Gli alberghi e le pensini sono aperti al pubblico e quasi tutti i residenti hanno potuto rientrare nelle loro case. Solamente il ponte in pietra che collegava Bondo e Promontogno è stato sostituito da un elegante ponte sospeso temporaneo adatto a pedoni e ciclisti. Con la macchina si raggiunge Bondo, Promontogno e Spino dalla strada cantonale.

Val Bondasca: sentieri e capanne

I sentieri della Val Bondasca sono stati distrutti o per motivi di sicurezza sono stati finora chiusi al pubblico. In primavera 2019 è stato creato un nuovo sentiero (categoira sentiero alpino T4) che ha permesso la riapertura, dal 6 luglio 2019, della Capanna Sasc Furä. Esso parte da Bondo, sale sopra Cugiàn e Luvartigh nell'imponente Vallun dalla Trubinasca e raggiunge la Capanna Sasc Furä. Heidi Altweger, la gerente della Capanna, vi accoglierà con piacere e si rallegrerà della vostra visita o pernottamento.

Le seconda capanna della Val Bondasca, la Capanna Sciora, rimane fino a prosssimo avviso chiusa. Finora non è stato possibile creare un nuovo accesso al di fuori della zona pericolosa.
Grazie per la vostra comprensione.

C'è comunque tanto da scoprire in Val Bregaglia e si può - all'infuori della Val Bondasca - passeggiare, andare in  mountain bike, fare dell'escursionismo ovunque godendo il panorama.

Sasc Fura

Sugardo retrospettivo

Durante il mese di agosto 2017 diversi milioni di metri cubi di roccia si sono staccati improvvisamente dalla montagna Pizzo Cengalo causando una sorprendente colata di fango, sassi e detriti. Con grande forza e velocità l’immensa frana ha attraversato la Val Bondasca, colpendo mortalmente 8 escursionisti e raggiungendo in poco tempo il paese di Bondo a 7 km di lontananza.  Altre 2 colate hanno fatto seguito. Edifici, case e strade sono stati danneggiati, fortunatamente in paese non ci sono stati feriti.Il territorio colpito era praticamente irriconoscibile, tuttavia con grande fortuna il vecchio centro del paese è rimasto illeso. Con la forza di tutti in breve tempo è stato possibile liberare il bacino di raccoglimento.

Puntualmente per l’inizio della stagione invernale 2017 è inoltre stata riaperta al traffico la strada cantonale H3 del passo del Maloja. Molti abitanti di Bondo hanno così potuto far ritorno alle loro abitazioni.

La Bregaglia ha vissuto un periodo intenso. Diversi mesi sono ormai trascorsi dalla frana al Pizzo Cengalo. Molte persone hanno perso la vita e la propria casa. Una ferita grave, che si rifletterà e si ripercuoterà a lungo sugli abitanti del posto.
Il Comune si sta impegnando per la sicurezza degli abitanti e dei turisti. Sistemi d'allarme sono in funzione giorno e notte e il bacino di Bondo è stato ingrandito. 
Il Comune di Bregaglia e il Canton Grigioni stanno rivedendo il progetto di protezione a lungo termine.

Informazioni attuali sono pubblicate sul sito Comune di Bregaglia www.comunedibregaglia.ch/info-bondo

 

Val Bregaglia - Semplicemente autentica

Informazioni importanti

CHIUSURA DI STRADE E SENTIERI

Pretorio e torre rotonda a Vicosoprano

Sulle tracce delle streghe

Cinema un giorno al mese

Serie di eventi: Con il titolo "Lavoriamo: Ricerca, disoccupazione, perdita" quattro film saranno proiettati in diversi villaggi della Val Bregaglia nell'inverno 2019 / 2020.

Infopoint: I Bregagliotti – I Bargaiot

Dal 5 ottobre 2019, giornalmente dalle ore 8.00 alle 20.00.

Florio vive: Giordano Bruno

Giordano Bruno (1548-1600), predecessore di Galileo Galilei e amico di John Florio, sarà il protagonista delle giornate Florio vive 2019 dal 8 al 16 novembre.

Situazione a Bondo e in Val Bondasca

Caro ospite, benvenuto in Bregaglia. Desideriamo darvi informazioni attuali sulla situazione attuale dopo la catastrofe naturale del 2017.

Iscriviti alla Newsletter

Offerte esclusive, consigli e molto altro!

Utilizzando il portale accetti il nostro uso dei cookie e trattamento dei dati personali, per una migliore esperienza di navigazione.